top-divers2

News

02 Apr

Castelnuovo-Tedesco festeggia 125 anni

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

Centoventicinque anni fa Mario Castelnuovo-Tedesco nacque a Firenze, come disse, “all’ombra del Cupolone.” Nonostante le opere per chitarra siano sempre state apprezzate, la sua musica da camera, le opere per pianoforte, la musica da orchestra, e le liriche furono eseguite raramente per molti anni. Fortunatamente, in tempi recenti una nuova generazione di artisti ha riscoperto il suo catalogo. Questa riscoperta è risultata in una collezione di registrazioni che si espande sempre di più. Questa rivalutazione è stata possibile grazie anche alla disponibilità di nuove edizioni delle sue opere, sopratutto la Mario Castelnuovo-Tedesco Collection delle Edizioni Curci a cura del Maestro Angelo Gilardino, e grazie alla Ricordi, alla Theodore Presser, all’Alphonse Leduc, alla Carl Fischer, e altri. In occasione di questo compleanno importante, la famiglia del compositore vorrebbe ringraziare tutti gli artisti e gli studiosi che dedicano il loro passione, sensibilità, ed energia a far conoscere questa musica e la storia dietro di essa.
leggi di più

26 Mar

i Compositori emigrati a Hollywood

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

“A Hollywood, o nei dintorni, vennero ad abitare durante la guerra…i più bei nomi dell’arte musicale, interpreti e creatori:  Heifetz, Piatigorsky, Rachmaninoff, Rubinstein, Iturbi, Horowitz, Szigeti, Stokowsky, Bruno Walter, Schönberg, Stravinski, Toch, Tansman, e tanti altri.”  — Mario Castelnuovo-Tedesco, Una Vita di Musica.

Il nuovo CD di Brinton Averil Smith e Evelyn Chen, Exiles in Paradise: Émigré Composers in Hollywood (Naxos), ci presenta la produzione variegata degli espatriati europei, attraverso la musica per violoncello e pianoforte. La registrazione include i nottambuli di Castelnuovo-Tedesco, un brano scritto quando il compositore viveva ancora in Italia, ispirato dalle sue passeggiate serali nella sua amata Firenze.
leggi di più

03 Mar

Prima esecuzione del concerto per violoncello in Polonia

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

È stata cancellata per cause di forza maggiore, legate all’emergenza sanitaria del COVID-19, la “prima” polacca del Concerto per violoncello e orchestra di Mario Castelnuovo-Tedesco con la violoncellista Silvia Chiesa, in programma il 20 marzo 2020 a Jelenia Góra, con l’Orchestra Filarmonica della Bassa Slesia diretta da Massimiliano Caldi. L’organizzazione e gli artisti sono in contatto per recuperare l’evento nel 2021. Aggiornamenti: www.silviachiesa.com.

leggi di più

24 Feb

È uscita la prima registrazione dell’opera Importance of Being Earnest

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

È uscita la prima registrazione dell’opera Importance of Being Earnest [L’Importanza di Esser Franco], eseguita dalla Odyssey Opera di Boston. Scritta per otto voce, due pianoforti e percussione, questa spiritosa opera da camera di Mario Castelnuovo-Tedesco rende viva la commedia di Oscar Wilde con musica che prende in giro il mondo della lirica come fece Wilde con la società vittoriana.
leggi di più

21 Gen

La prima raccolta di saggi musicologici dedicati all’opera di Castelnuovo-Tedesco

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

L’ignoto iconoclasta: studi su Mario Castelnuovo-Tedesco (Libreria Musicale Italiana, 2019), da un’idea di Assonanze (Associazione di Giovani Musicologi di Sapienza Università di Roma), nasce a seguito del Convegno Internazionale di Studi sull’opera e la poetica musicale di Mario Castelnuovo-Tedesco presso Sapienza Università di Roma nel 2018.
leggi di più

29 Nov

Tre nuove edizioni disponibili

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

Edizioni Curci, in collaborazione con il CIDIM, Comitato Nazionale Italiano Musica, ha recentemente pubblicato tre opere di musica da camera inediti:  Tre duetti di Shakespeare per soprano, tenore e pianoforte, op. 97;  il Secondo quartetto d’archi, op. 139; e la Suite 508 per viola e pianoforte, op. 170/21.
leggi di più

28 Ott

80 anni fa: la prima assoluta mondiale del concerto in re

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

Il 28 ottobre 1939, il concerto in re per chitarra e orchestra, l’opus 99, di Mario Castelnuovo-Tedesco ebbe la prima assoluta mondiale a Montevideo, Uruguay. 

Quest’opera, scritta a richiesta di Andrés Segovia, amico e collaboratore del compositore, era nata durante il periodo degli leggi razziali, un momento doloroso in cui il compositore decise di partire in esilio negli Stati Uniti.
leggi di più

15 Ott

Fondo Castelnuovo-Tedesco Al Lyceum Club

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

Fondato nel 1908, il Lyceum Club Internazionale di Firenze fu il primo circolo femminile a nascere in Italia. L’istituzione era dedicata all’emancipazione delle donne, all’internazionalismo e alla pace. Inoltre la diffusione della cultura è un obiettivo del Club sin dalla sua fondazione più di 100 anni fa.

Da giovane Mario Castelnuovo-Tedesco suonava frequentemente al Lyceum, e tuttora il Lyceum continua a ospitare concerti per far conoscere la musica di Castelnuovo-Tedesco al pubblico fiorentino. Nel 2015 la famiglia del compositore ha donato al Lyceum Club un fondo di spartiti musicali provenienti dalla casa fiorentina di Mario Castelnuovo-Tedesco.

leggi di più

21 Ago

AUCASSIN ET NICOLETTE: PRIMA ASSOLUTA DELLA VERSIONE ITALIANA

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

Sabato 31 agosto 2019 al Teatro Pergolesi di Jesi si svolgerà la prima mondiale della versione italiana di Aucassin et Nicolette di Mario Castelnuovo-Tedesco. 

Scritta nel 1938, pochi mesi prima della partenza di Castelnuovo-Tedesco per gli Stati Uniti a seguito delle leggi razziali, Aucassin et Nicolette è “una cantafavola del XII secolo per una voce, qualche strumento e qualche marionetta”.  
leggi di più

12 Giu

Il legame con Bologna

Diana Castelnuovo-Tedesco / News /

Mario Castelnuovo-Tedesco era molto legato a Firenze – la sua città natale, nella quale studiò e visse prima di andare in esilio negli Stati Uniti –  ed alla campagna toscana, che lo ispirò profondamente. Tuttavia il compositore aveva anche un legame con Bologna ed il suo conservatorio; Castelnuovo-Tedesco sostenne l’esame di diploma in composizione a Bologna nel 1918. Il Maestro Piero Bonaguri e la Prof.ssa Annarosa Vannoni del Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini, hanno recentemente riscoperto negli archivi del conservatorio documenti relativi agli esami di diploma del compositore ed altri documenti pertinenti. Inoltre  hanno gentilmente condiviso le loro scoperte con l’Archivio Castelnuovo-Tedesco.
leggi di più